La Rieducazione Posturale Globale (R.P.G.) è un metodo riabilitativo originale e rivoluzionario che nasce sulla base di un semplice concetto: tutta l’attività muscolare di tutti i giorni, comporta un accorciamento dei muscoli, ragione per la quale bisogna “rieducare” il muscolo in stiramento.



La R.P.G. agisce sulle cause che determinano i disequilibri morfologici, causa a loro volta frequente di dolori, secondo una visione globale della persona vista nella sua totalità. Si tratta di una vera e propria presa di coscienza di quello che il corpo è in grado di dirci in relazione alle forme ed alle condizioni di muscoli e articolazioni, individuando come le tensioni muscolari, presenti in ognuno, alterino la normale simmetria corporea.

Quali sono i princìpi su cui si basa la RPG ?

INDIVIDUALITA : ogni individuo è diverso dall’altro e va studiato nella sua unicità.

CAUSALITA’ : la R.P.G. attraverso un attento studio sul paziente cerca di risalire alla causa del dolore. Solo individuando e agendo direttamente sulla causa si potrà veramente eliminare il sintomo alla radice.

GLOBALITA’ : Il nostro corpo in seguito a un problema primario si adatta creando dei compensi, per sfuggire al dolore. Da una banale distorsione alla caviglia, se non trattata, si può risalire fino ad avere un problema a livello cervicale. Questo spiega l’importanza di avere un approccio che valuti la globalità della persona e non solo il singolo distretto corporeo interessato dalla patologia.

Come si svolge una seduta?


Nella prima seduta, attraverso un attenta valutazione posturale del singolo paziente, si individua quali sono i tiranti muscolari responsabili dello squilibrio strutturale e quali sono le POSTURE più indicate. Le sedute sono individuali e prevedono un lavoro attivo da parte del paziente che deve mantenere la posizione di allungamento impostata dal terapista il quale, attraverso un accurato intervento manuale, correggerà tutti i compensi che la messa in tensione globale rivelerà (es. l’elevazione di una spalla, l’inclinazione del capo, la rotazione di un ginocchio). Attraverso queste posture il paziente apprende come poter riequilibrare, allineare e stirare lungo l’asse un corpo che, per ragioni diverse, devia, restituendo alla muscolatura la sua lunghezza fisiologica ed al corpo un nuovo schema di utilizzo delle proprie catene muscolari più adeguato e armonico.

Quanto dura una seduta?

Elementi fondamentali della seduta sono il tempo e la respirazione. I muscoli per ritornare al loro stato iniziale di elasticità necessitano di tempo, per questo le sedute di R.P.G. durano un’ ora.

Quante sedute sono necessarie?


Inizialmente è bene partire con 1 seduta a settimana (2 in caso di sintomi molto importanti o quando si lavora su ragazzi nel picco di accrescimento) per risolvere il problema ed eliminare eventuali vizi posturali assunti dal corpo, per poi passare gradatamente a 1 seduta ogni 2 settimane o 1 al mese di mantenimento. Il paziente potrà tuttavia apprezzare un miglioramento già nella prima seduta.

A chi è indirizzata l’ R.P.G. ?

La R.P.G. essendo una tecnica dolce e progressiva può essere applicata anche con anziani e bambini.